E’ uno dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) più noti della Lunigiana. Viene coltivata nel comune di Bagnone, nei dintorni del borgo di Treschietto ed è caratterizzata da sapore dolciastro che permette di consumarla cruda, in pinzimonio o come ingrediente di piatti particolari come la Barbotta o la Torta di cipolle cotta al forno, meglio nel tradizionale testo in ghisa.

Se volete assaggiarla o acquistarla vi consigliamo di recarvi alla tradizionale sagra che si tiene a Treschietto nella prima metà di maggio. Vi proponiamo anche una golosa ricetta tradizionale:

Torta di Cipolle o Arbadela

Ingredienti
  • 1 kg di cipolle o cipollotti di Treschietto
  • 500 gr di farina di granturco
  • Acqua
  • 3 cucchiaini di sale
  • un bicchiere di olio e.v.o.

Tritare le cipolle o i cipollotti, salarli e impastarli con l’olio e la farina. Mentre si lascia riposare l’impasto per almeno 15-20 minuti, ungere una teglia. Stendere l’impasto con un altezza di circa un centimetro e poi mettere nel forno ben caldo o nel testo riscaldato. La torta è pronta quando sulla superficie si forma una crosta croccante, molto simile a quella della farinata.

Per maggiori informazioni:

Comitato per la Valorizzazione della Cipolla di Treschietto
Casa Canonica Loc. Fenale – 54021 Treschietto – Bagnone (MS)
Tel.: +39 349 6080687 – mail: info@cipolladitreschietto.it www.cipolladitreschietto.it

cipolla di Treschietto